Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

 

Camera di Mediazione Nazionale Sede di Latina

Chi Siamo

Camera di Mediazione Nazionale (645 srl) è un ente privato, abilitato dal Ministero della Giustizia a svolgere il procedimento di mediazione, che offre ai cittadini ed alle aziende le migliori professionalità qualificate nella risoluzione veloce ed economica delle controversie civili e commerciali.

Iscritto presso il Registro degli Organismi di Mediazione predisposto dal Ministero della Giustizia al n. 341, la Camera di Mediazione Nazionale è un network presente in tutta Italia che riunisce esperti nell’applicazione delle tecniche alternative di risoluzione dei conflitti (commercialisti, avvocati, professori universitari, ricercatori, ecc.) e promuove la diffusione della cultura negoziale e l’applicazione delle sue tecniche nella risoluzione delle controversie.

La Camera di Mediazione Nazionale è vigilata dal Ministero della giustizia ed eroga i propri servizi nel rispetto della legge, del regolamento ministeriale e del regolamento interno di cui si è dotata, approvato dal Ministero della giustizia.

A Latina la Camera di Mediazione Nazionale è presente con la sua sede operativa in Via Tiziano Vecellio, 15

 

Cos'è la Mediazione

Lamediazione è l’attività svolta da un soggetto terzo imparziale (mediatore) finalizzata ad assistere due o più soggetti sia nella ricerca di un accordo amichevole per la composizione di una controversia, sia nella formulazione di una proposta per la risoluzione della stessa.

La mediazione ha come obiettivo la ricerca di una risoluzione veloce ed economica per le parti in controversia e la riduzione del carico di lavoro degli uffici giudiziari.

Chiunque può accedere alla mediazione per la conciliazione di una controversia civile e commerciale.

La mediazione può essere:

  • facoltativa, e cioè scelta dalle parti;
  • demandata, quando il giudice, cui le parti si siano già rivolte, invita le stesse a tentare la mediazione;
  • obbligatoria, quando per poter procedere davanti al giudice, le parti debbono aver tentato senza successo la mediazione (condizione di procedibilità).

La mediazione è obbligatoria nei casi di una controversia relativa a:

  • diritti reali (es. distanze nelle costruzioni, usufrutto e servitù di passaggio, ecc.)
  • divisione
  • successioni ereditarie
  • patti di famiglia
  • locazione
  • comodato
  • affitto di aziende
  • risarcimento danni da responsabilità medica
  • diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità
  • contratti assicurativi, bancari e finanziari
  • condominio

La Mediazione Civile

Il 21 marzo 2011 è entrata in vigore la riforma che introduce anche in Italia il sistema della Mediazione Civile, che si affianca alla riforma del Processo Civile e al Programma di Digitalizzazione della Giustizia con cui s’intende intervenire nella fase di lavorazione delle cause; l’obiettivo principale della riforma è la riduzione del flusso in ingresso di nuove cause nel sistema Giustizia, offrendo al cittadino uno strumento più semplice e veloce per risolvere le controversie con tempi molto brevi (oggi non oltre 3 mesi) e costi molto contenuti e certi.

La mediazione è l’attività professionale svolta da un terzo imparziale e finalizzata ad assistere due o più soggetti sia nella ricerca di un accordo amichevole per la composizione di una controversia, sia nella formulazione di una proposta per la risoluzione della stessa.

In pratica, la mediazione civile è tutto questo: due o più parti, assistite dai rispettivi avvocati (l’assistenza di un legale è obbligatoria quando la mediazione è condizione di procedibilità in giudizio e consigliata negli altri casi), si incontrano presso un Organismo di Mediazione accreditato dal Ministero della Giustizia per cercare un accordo attraverso il fondamentale intervento del Mediatore Professionista, che si è accuratamente formato e preparato per aiutare le parti a incontrarsi e a trovare una soluzione conveniente per entrambe.

La mediazione costituisce la migliore e unica alternativa alle lunghe e costosissime cause in Tribunale, dove spesso, dopo anni di udienze, tutti si sentono sconfitti e nessuno vincitore.

La Mediazione familiare

La mediazione familiare è un intervento professionale rivolto alle coppie e finalizzato a riorganizzare le relazioni familiari in presenza di una volontà di separazione e/o di divorzio. Obiettivo centrale della mediazione familiare è il raggiungimento della cogenitorialità (o bigenitorialità) ovvero la salvaguardia della responsabilità genitoriale individuale nei confronti dei figli, in special modo se minori.

La mediazione familiare è una disciplina trasversale che utilizza conoscenze proprie alla sociologia, alla psicologia e alla giurisprudenza finalizzate all'utilizzo di tecniche specifiche quali quelle di mediazione e di negoziazione del conflitto.

Requisito indispensabile per intraprendere un percorso di mediazione familiare è l'assenza di conflitto giudiziale in corso. La mediazione familiare è infatti finalizzata al raggiungimento degli obiettivi definiti dalla coppia al di fuori del sistema giudiziario. Si ricorre a quest'ultimo (separazione e/o divorzio consensuale) solo per le omologhe di Legge degli accordi raggiunti. Tale tipologia di mediazione - che affianca gli aspetti emotivi a quelli più strettamente legali - è spesso definita anche mediazione globale.

REFERENTE: Dott.ssa Rosanna Carrano
Indirizzo: Via Tiziano Vecellio n. 15 - 04100 Latina (LT)
Tel: 0773- 661197 - Cell: 366-2711971
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

cameradimediazionenazionale.it

 

Top Menu

Free Joomla! template by Age Themes